ASMARA


A.S.M.A.R.A. onlus
Associazione Siciliana dei Malati Respiratori ed Allergici

ASMARA è nata il 28 Dicembre del 2000, a Trapani, nello studio del Notaio Antonio Piazza, per iniziativa di Franco e Giuseppe Di Marco, Sandro Spina, Attilio Marini, Vita Ponzo e Tonino Gianquinto. L’associazione in più di un decennio ha ideato, proposto e concretizzato numerose iniziative volte alla realizzazione degli scopi sociali, primo fra tutti la sensibilizzazione di opinione pubblica e istituzioni sulla reale incidenza delle malattie respiratorie ed allergiche nella popolazione, con attenzione alla prevenzione, diagnosi precoce, cura e assistenza dei pazienti.

Monitoraggio aerobiologico e “Bollettino del Polline”
ASMARA gestisce con i mezzi del volontariato la stazione di monitoraggio aerobiologico TP2 di Trapani-Erice, grazie alla collaborazione del sottoscritto e Gianfranco Conforto, pediatra dell’Ospedale di Salemi. La stazione fa parte integrante delle reti di monitoraggio italiane (quella dall'A.I.A. - Associazione Italiana di Aerobiologia e quella dell' A.A.I.T.O. - Associazione Allergologi e Immunologi Territoriali e Ospedalieri) e di quella europea (A.E.N. - Aerobiology European Network). Oltre alla prestigiosa attività istituzionale di conferimento dei dati per la formulazione dei calendari pollinici nazionali, ASMARA, nel periodo primaverile, attraverso un'ampia rete di collaborazioni e impegno volontario, si e fatta carico di impaginare, stampare a colori e distribuire il "Bollettino del Polline", affisso con cadenza settimanale nelle sale d'aspetto di tutti gli studi medici della zona e distribuito ad alberghi, ristoranti ed uffici turistici. Il Bollettino del Polline, diretto a tutti i pazienti allergici e ai loro medici, ha riportato:
- Riferiti alla settimana precedente, i dati del rilevamento pollinico riguardanti la Sicilia Occidentale, e note di previsione pollinica
- Le concentrazioni polliniche rilevate dalla stazione di Milano, utili ai pazienti che devono recarsi al Nord per lavoro, studio o semplicemente per viaggi di piacere.
- Il numero attivo 24h della segreteria telefonica che diffonde in tempo reale i dati pollinici riferiti alla Sicilia Occidentale
- Un ampio articolo con foto sul polline e sulla pianta più rappresentativi della settimana o altre note su problemi del momento: influenza della pioggia o del vento sui sintomi allergici, consigli sulla prevenzione ed altro.
Inoltre il Bollettino del Polline è stato pubblicato e aggiornato settimanalmente sul sito dell’Ordine dei Medici di Trapani.

“La scuola dell’aria pulita” – Campagna Scolastica Antifumo
ASMARA è impegnata nelle campagne anti-fumo nelle scuole ormai da 2001, prendendo spunto dal protocollo di intesa firmato tra Ministero della Sanità, Ministero della Pubblica Istruzione ed i medici pneumologi della Federazione Italiana contro le Malattie Polmonari Sociali e la Tubercolosi, lavorando attivamente con interventi didattici, informativi ed educativi nella Scuola nei confronti degli alunni e degli insegnanti. Sono ormai tante le scuole che in questi anni hanno chiesto l’intervento di ASMARA e hano aderito alle campagne antifumo: elementari, medie e superiori, di Trapani, Erice, Valderice, Marsala. Gli alunni partecipanti, alla fine dell'incontro, rispondono alle domande di un questionario, specifico per l'età, e discusso in classe; i più grandi, che non vedono nei coetanei i danni del fumo, compilano il questionario a casa insieme ai familiari fumatori per individuare meglio i sintomi del tabagismo. L'intervento educativo è così strutturato:
- gli insegnanti, durante l'anno scolastico, affrontano con i ragazzi i vari aspetti del tabagismo: note storiche, geografiche e culturali, i problemi della dipendenza e la difficoltà a smettere, i danni per l'organismo e i singoli apparati correlai al fumo, i rischi del fumo passivo, gli aspetti legati al divieto ed altre norme.
- ricerche di pubblicità occulta e discussione in classe.
- piccolo concorso per la realizzazione di cartelli "Vietato Fumare" personalizzati, con premiazione delle migliori realizzazioni e loro stampa e diffusione nelle scuole ed altri ambienti pubblici.
- intervento didattico di informazione ed educazione sui danni da fumo attivo e passivo e patologie correlate da parte del medico pneumologo
- intervento didattico di informazione ed educazione sulle legislazione e normative antifumo vigenti da parte del legale.
Negli ultimi anni l’intervento ha coinvolto anche le altre strutture del quartiere: parrocchia, centri sportivi, ricreativi e culturali ed altri punti di aggregazione per estendere l'intervento educativo ed il coinvolgimento alle famiglie e alla cerchia delle frequentazioni extra-scolastiche. Inoltre l’aggregazione con altri soggetti ha aumentato le possibilità e le capacità di intervento: volontariato, club service, istituzioni pubbliche.

Incontri con pazienti e cittadini
Numerosi sono gli incontri che ASMARA promuove sul territorio per sensibilizzare pazienti e cittadini sui problemi di salute respiratoria; a dimostrazione della ecletticità e versatilità dell’intervento ne citiamo alcuni:
- Incontro con i pazienti promosso dal Comune di Salemi
- Pneumocamper in piazza con esecuzione gratuita di spirometria ed ossimetria
- Intervento alla Università della Terza Età di Trapani e Mazara per la Giornata Mondiale della Bronchite Cronica
- Conferenza presso la sede della Associazione per la Tutela delle Tradizioni Popolari su “Salute Respiratoria e modificazioni ambientali per l’intervento umano sul territorio”
- Relazione al meeting della Associazione Mogli Medici su “il nostro mondo che cambia e risvolti sulla salute: il caso emblematico dell’Olivo”
- Incontri con le associazioni di volontariato e club service per la sensibilizzazione sul grande problema della Salute Respiratoria
- Corso di formazione e aggiornamento per Operatori di Uffici e Locali Pubblici sui Dani da Fumo e Educazione alla Salute.

Aggiornamento medico ECM
L’associazione ha anche esteso il suo campo di intervento facendosi promotrice anche di congressi medici inseriti come eventi ECM – Educazione Continua in Medicina, tenuti in varie cittadine della provincia di Trapani.
- Trapani, 24 Maggio 2004: La gestione del paziente affetto da malattie croniche respiratorie ed allergiche;
- Salemi, 9 Maggio 2011: Pneumologia del territorio, dialogo con la medicina generale per rispondere ai bisogni del paziente:
- Castelvetrano, 27 e 28 Maggio 2011: diagnosi e trattamento precoce dei pazienti paucisintomatici agli stadi iniziale di BPCO

Respira il Teatro
Progetto di bonifica del sito archeologico di Segesta

E’ l’’ultimo degli impegni che la nostra associazione ha ideato e sta portando all’interno delle istituzioni. I siti archeologici presentano zone ad alta concentrazione di piante (paritaria, graminacee, artemisia) con pollini allergenici, ed è compito istituzionale della sovrintendenza beni culturali, liberare le aree archeologiche dalle piante infestanti per tutelare la salute dei manufatti che, utilizzati come substrato, subiscono l'azione disgregante, meccanica e chimica delle radici. Inoltre tenendo conto dell’alta vocazione turistica della nostra zona, rappresenta un messaggio positivo bonificare da piante allergizzanti le nostre zone archeologiche a vantaggio dei turisti, ma soprattutto di tutti quelli che regolano i propri spostamenti in funzione del calendario e della geografia delle pollinazioni; A Roma, la Sovrintendenza ai Beni Culturali del Comune, l'Assessorato alle Politiche Culturali e l'AMA (Azienda Municipale Ambiente) in collaborazione con l'Università "Tor Vergata", hanno realizzato, primo in Europa, il percorso "Respira l'Archeologia". Questo percorso è privo di piante infestanti allergizzanti, ed il tasso pollinico viene monitorato costantemente per garantire la qualità dell'aria. E stato scelto come sito archeologico oggetto dell’intervento e area urbana a polline sotto controllo, quella dei Fori Imperiali: il Foro di Augusto, il Foro di Traiano, l'Area Sacra di S. Omobono, il Teatro di Marcello, il Portico d'Ottavia, l'Insula Aracoeli e l'Area Sacra di Largo Argentina Quindi considerato che le nostre zone archeologiche sono abbondantemente colonizzate da erbe allergizzanti, specie erbacee spontanee; che a Segesta (600 mt.) le piante impollinano anche nel periodo estivo durante il quale si protrae la stagione teatrale e che gli spettatori stanno a Segesta per un lungo lasso di tempo: parcheggio, attesa, eventuale pic nic, durata dello spettacolo, deflusso, e stato da noi proposto ed accettato dalla Sovrintendenza ai Beni Culturali di Trapani questo progetto che prevede:
- Sopralluogo sul sito archeologico del teatro di Segesta per la individuazione e riconoscimento delle piante infestanti e allergizzanti
- Azione di bonifica mediante rimozione delle piante ed utilizzo di diserbanti (vedi vs esperienze precedenti)
- Posizionamento, in un’ area ad alta presenza di visitatori, dell’apparecchio Pollen Trap per il monitoraggio ambientale continuo 24 ore
- Realizzazione di breve opuscolo informativo da consegnare ai visitatori unitamente al biglietto d’ingresso ai siti
- Campagna di informazione sugli organi di informazione locali.
- Pubblicazione dei risultati del progetto e diffusione del lavoro svolto mediante incontro dibattito da organizzare a fine stagione. Non ci resta che lavorare per attuarlo.


LIONS CLUB


Lions Club Trapani
Nel 1998 il Lions Club di Trapani mi ha dato l’onore di essere chiamato a far parte della più grande associazione di servizio al mondo: e nel 2002 ho visto assegnare a mio padre Franco il Melwin Jones Fellow, la più alta onorificenza Lionistica, attribuito per la sua attività al servizio del Club e della comunità cittadina. Il Lions Club International, tra le sue innumerevoli attività di servizio, è conosciuto in tutto il mondo per lo storico e tradizionale impegno nella lotta alla cecità: dalla istituzione della banca degli occhi, all’addestramento dei cani-guida, alla raccolta e riconversione degli occhiali usati, alla stampa di audiolibri e fornitura di audio guide. Oltre a ciò e ormai risaputo l’impegno più che decennale in Telethon, e l’impegno nella salvaguardia dei beni artistici ed ambientali. A Trapani negli anni sono stati restaurati, con il contributo del Lions Club, numerose opere d’arte: la Venere di piazza Pescheria, il Tritone della fontana di piazza Locatelli, il peristilio della teca che custodisce la deposizione di Cristo nella chiesa del Colleggio, l’impianto di sicurezza della chiesa del Carminello, il busto di Guido Guida all’istituto Nautico, la fornitura delle audio guide per la chiesa del Purgatorio, la creazione, finalmente, della guida verde TCI sulla provincia di Trapani.

Lions Day 2010
Dal 2005 ad oggi sono chiamato a far parte del consiglio direttivo che mi affida il compito di ITO, alla lettera Officer Informatico e Telematico, in pratica addetto all’informatica, sito internet ed attrezzature elettroniche. Nel 2010, presidente Eugenio D’Angelo, il distretto siciliano ha deciso di affidare al Club di Trapani l’organizzazione del Lions Day, la manifestazione annuale che coinvolge tutti il Lionismo Siciliano e che quell’anno era dedicato alla donne, quale simbolo di sviluppo di “una Sicilia che non si ferma”. Abbiamo ospitato più di 300 tra delegati e familiari, ospitati in numerosi alberghi in città e dintorni, e accolti in molteplici location: al Circolo del Tennis la riunione del Governatore con i Delegati, alla sala Pirrera il convegno su “Istituzioni, Economia, Finanza, al Giardino Eden la Cena di Gala, alla chiesa di san Giovanni ad Erice il convegno su “Arte, Cultura, Spettacolo”. Tutti i soci del Club hanno dato il massimo per la riuscita del prestigioso appuntamento.

Progetto Martina
Andare nelle scuole e parlare con i ragazzi è sempre stata una cosa che ritengo valida e doveroso per un professionista che vuole spendersi per il proprio territorio. L’attività di volontariato svolta da quasi quindici anni mi ha permesso di dare il mio piccolo contributo alla realizzazione del Service Nazionale Lions “Progetto Martina: parliamo ai giovani dei tumori”. I soci del Club che per qualità professionali e doti personali hanno condiviso alla’attuazione del progetto, si sono recati nelle scuoel medie di Trapani ed Erice per portare ai ragazzi informazioni fondamentali sulla prevenzione delle neoplasie. E’ anche stato indetto un concorso per la realizzazione di un poster, con premi in denaro e il piacere di vedere stampata e affissa nelle scuole l’opera vincitrice. Io e Tommaso Nasello, anch’egli socio Lion, che cura la chiacchierata su normativa legale ed educazione civica, ci siamo recati alla Simone Catalano, dove ogni anno la prof. Vitina Augugliaro, referente per l’educazione alla salute, ci invita nell’ambito della campagna scolastica antifumo curata da ASMARA. Quest’anno, sposando anche il Progetto Martina, oltre che del fumo, abbiamo anche parlato del Papilloma Virus e della possibilità di prevenire il tumore del collo dell’utero con la vaccinazione, prevista proprio per le ragazzine in età scolare.