FRANCO DI MARCO

Medico Pediatra dal 1959, ha insegnato Auxologia e Genetica nella Libera Università di Trapani.

Ha inframmezzato la sua attività professionale con discontinue ma significative “puntate” nel mondo letterario.

E’ tra i fondatori dell’Antigruppo Siciliano e non ha mai pubblicato in volume. I sui scritti (racconti, brani di romanzo, saggi, polemiche letterarie) sono sparsi in riviste ed antologie.

Ha tradotto dal Siciliano all’Italiano, con esiti felici, molte liriche di Santo Calì; ha inoltre tradotto opere di Armand Monjo e Robert Bly. ha collaborato ai periodici Trapani Nuova, Impegno 70 (Mazara del Vallo), Anti (Trapani), Thrinacria (Trapani), Foglio d’arte (Caltanissetta).

Con un brano del romanzo inedito TP-Trappola ha ottenuto il Premio Abano nel 1969.

Indicativo della sua “verve” è un lungo articolo apparso in Impegno 70 dal titolo: Verifica di una introduzione.

Notevoli sono il suo saggio introduttivo e il suo contributo complessivo nella pubblicazione del volume Lu codici di la santa nicissità di Berto Giambalvo.

Tratto da: “Novecento Letterario Trapanese”
Repertorio bibliografico degli scrittori della provincia di Trapani del ’900
di Salvatore Mugno, 1996

sito web- www.francodimarco.it